giovedì 3 settembre 2020
Eccellenza
Fontanelli: "Buona partenza, gruppo e staff affiatati"

Una new-entry per aumentare la qualità del collaudato Staff Tecnico dedicato alla nostra Prima Squadra. Si tratta del preparatore atletico Marco Fontanelli, laureando in Scienze Motorie, che si è inserito nel rodato gruppo di lavoro composto da Davide Zoller (1° allenatore), Stefano Manica (vice allenatore), Fabrizio Magnabosco (preparatore dei portieri) e Mauro Mazzurana (fisioterapista). L'abbiamo incontrato sugli spalti di via Lomba per tracciare un primo bilancio di queste prime, importanti settimane di preparazione fisica. Domenica prossima, dopo aver staccato il "pass" per il turno successivo di Coppa Italia grazie al doppio successo sull'Arco, Pozza e compagni cominceranno il loro cammino nel campionato di Eccellenza sull'ostico prato di Dro.

Marco Fontanelli in compagnia di mister Davide Zoller
Marco Fontanelli in compagnia di mister Davide Zoller

Marco, innanzitutto benvenuto in casa Mori S.Stefano, presentati ai nostri tifosi ed ai nostri giovani atleti. Come sei sbarcato al Comunale? Qual è stato il tuo percorso sportivo? "Ciao a tutti, innanzitutto ci tengo a ringraziare tutti i componenti della società, in quanto fin dal primo giorno mi hanno fatto sentire parte della "famiglia". Per quanto riguarda il mio percorso sportivo ho fatto le giovanili nell'Us Rovereto, con una piccola parentesi di un anno nelle fila del Trento. Ho fatto qualche anno nella Prima squadra bianconera, prima di terminare con una stagione nel Trambileno. A livello professionale ho terminato, da poco, gli studi e questo è il terzo anno nelle vesti di preparatore atletico. Per due stagioni ho continuato a collaborare nel Trambileno, società che ci tengo a ringraziare particolarmente in quanto mi ha dato la bella opportunità di iniziare questo mestiere".

Puoi lavorare all'interno di uno staff esperto e capeggiato da un tecnico preparato, come mister Zoller. Su cosa avete lavorato in particolare dopo uno stop di quasi sei mesi? Come hai trovato i giocatori costretti ad un lungo periodo di inattività a causa della pandemia? "La ripresa dell'attività è stata graduale, dopo un lungo stop come questo è necessario partire con cautela e non forzare i tempi. Infatti, abbiamo iniziato leggermente prima rispetto alle scorse stagioni, poi l'esperienza e la bravura di mister Zoller è stata fondamentale. Ho trovato i giocatori in una buona forma fisica, nonostante il periodo di stop. Tutti i ragazzi hanno mostrato tantissima voglia fin dal primo giorno e questo può solo che aiutare il lavoro dello staff. Le prime due partite di Coppa sono state positive sotto tutti i punti di vista, ma siamo soltanto all'inizio e la strada è ancora lunga".

Domenica parte il campionato, l'emozione sarà la stessa anche nelle vesti di preparatore? Che campionato ti aspetti e quali obiettivi personali ti sei posto?? "Un po' di emozione per l'inizio c'è, ma credo sia normale. Conosco poco l'Eccellenza, ma so che quasi tutte le squadre si sono rinforzate e immagino un campionato equilibrato. Sostanzialmente gli obiettivi personali sono in linea e derivano da quelli della squadra; in primis mantenere la categoria, fare bene e togliersi più soddisfazioni possibili".

Per raggiungere risultati importanti sono fondamentali il dialogo, il confronto, la coesione e l'unità di intenti, non solo della squadra ma pure dell'intero staff tecnico
Per raggiungere risultati importanti sono fondamentali il dialogo, il confronto, la coesione e l'unità di intenti, non solo della squadra ma pure dell'intero staff tecnico

© www.sportrentino.it - strumenti per i siti sportivi - pagina creata in 0,125 sec.
Cerca Notizie

Inserire almeno 4 caratteri