z Mori S. Stefano
lunedì 9 settembre 2019
Eccellenza
La "prima" al Comunale lascia tanto amaro in bocca

"Ci vuole calma e sangue freddo", cantava Luca Dirisio. Un celebre ritornello che dovrà essere il mantra gialloneroverde in queste prime, complicate settimane nel campionato di Eccellenza. Contro un solido e concreto San Paolo, la truppa di Davide Zoller ha dovuto incassare la seconda sconfitta di fila, nonostante una prova volitiva e combattiva.
Nella prima frazione la squadra tricolore, dopo i tentativi di Clementi e capitan Fabi, si fa pericolosi con Libera (punizione) e Marchione, ma la retroguardia altoatesina riesce a metterci una pezza. In mezzo al campo la sfida è fisica e Libera viene fermato più volte con le maniere forti costringendo l'arbitro ad estrarre due volte il "giallo" in pochi minuti. La contesa resta equilibrata con un Mori che sembra poter trovare il varco per sbloccare il punteggio, ma al 33' è una sfortunata autorete di Pezzato, sugli sviluppi di un corner, a dare al San Paolo il gol del vantaggio. Pozza e soci reagiscono e prima dell'intervallo sfiorano ripetutamente il pari: prima Ohnewein salva su Pederzini, poi Pezzato contrastato da Zentil non sfrutta una buona situazione in area e, infine, un rasoterra di Marchione a colpo sicuro viene fermato da Ohnewein a pochi centimetri dalla porta.
La compagine di Mayr prova a rimettere fuori la testa nella ripresa, ma Fabi e Clementi non sono sufficientemente precisi. Mister Zoller carica i suoi ragazzi che vanno ancora vicini al meritato pareggio, prima con Marchione (tiro alto) e poi con Comai (cross invitante dal fondo sul quale Pezzato e Simonini non sono puntuali). Il San Paolo attende sornione il momento giusto per colpire ed affondare i moriani. Occasione che si concretizza al 20' fra le forti proteste di tutti i locali. L'ispirato Clementi disegna una punizione velenosa dal limite dell'area che beffa Bordignon, ma in barriera diversi atleti biancoblù disturbano irregolarmente la visuale del portiere lagarino. Proteste che non sortiscono effetti perché l'arbitro toscano convalida la rete e 100" più tardi termina nuovamente al centro dei reclami gialloneroverdi per un tocca col braccio di Zentil all'interno dell'area di rigore. Il Mori accusa il colpo e finisce virtualmente al tappeto a 20' dal triplice fischio, ma nel recupero ci prova un'ultima volta con Pedrotti.

Prestazione attenta e puntuale per Nicola Dal Fiume, arcigno difensore centrale gialloneroverde
Prestazione attenta e puntuale per Nicola Dal Fiume, arcigno difensore centrale gialloneroverde

MORI S.STEFANO 0
SAN PAOLO 2
RETI: 33' pt aut. Pezzato (MSS), 20' st Clementi (SP)
MORI S.STEFANO: Bordignon, Pozza C., Dal Fiume N., Moscatelli, Libera, Comai, Pederzini (41' st Pedrotti), Dossi, Pezzato, Simonini (26' st Cerda), Marchione (42' st Pozza E.). All. Zoller
SAN PAOLO: Tarantino, Danieli (24' st Schweigkofler), Ohnewein, Fabi, Untertrifaller, Zentil, Gasser, Righetti, Clementi (41' st Pürgstaller), Donadio (39' st Ferraris), Dorigoni (26' st Messner). All. Mayr
ARBITRO: Martino di Firenze (assistenti: Mehili di Trento e Giannone di Arco Riva)
NOTE: spettatori 100 circa. Recupero 2'+ 5'. Ammoniti: Pozza C., Pederzini, Dossi (MSS); Righetti, Donadio, Clementi (SP). Espulso al 20' st il fisioterapista Mazzurana (MSS) per proteste verso la terna arbitrale.

© www.sportrentino.it - strumenti per i siti sportivi - pagina creata in 0,125 sec.
Cerca Notizie

Inserire almeno 4 caratteri